Alta velocità, alta capacità, alta connessione sinaptica


sospiro leggero, dovresti accarezzare la mia gola, ma invece graffi la mia anima, ne prosciughi l’essenza e te ne infischi… Mi lasci li, senza parole, con i segni dei tuoi colpi sul volto tumefatto che una volta sorrideva ad un tuo cenno…grandina nel mio cuore e non smette, non voglio che smetta…perché è l’unico modo per non sentire le grida disperate di chi ha bisogno di un altruista, egoisticamente parlando… tonalità cupe vengono eseguite nella mia cassa toracica, quasi a sottolineare la chiusura verso l’esterno…l’estraniazione che attuo da quello che è il mondo è come una regressione addirittura autistica si potrebbe dire, cercando un ordine nelle cose, delineando gli interscambi dei treni che percorrono a velocità folle le mie sinapsi, a volte incrociandosi, a volte deragliando, in modo da tracciare nuove strade, scoprire nuovi luoghi

Advertisements

1 commento »

  1. Placid Hate Said:

    Meraviglioso questo post… Quasi poetico
    Francesca


{ RSS feed for comments on this post} · { TrackBack URI }

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: