Quid autem secundum litteras difficillimum esse artificium?


Quale mestiere più difficile che quello di mettersi davanti a una pagina bianca con l’impegno di riempirla di cose belle, intelligenti e nuove?

Oggi ho visto una bambina…ero affascinato da come il sole dardeggiava i suoi raggi e disegnava curve sul suo vivo paffutello…piccole cose…
E la madre, giovane e bella come la figlia mi fulmina con lo sguardo, inarcando le sopracciglia, dando modo alla luce di solcare le sue rughe che fino ad un secondo prima erano distese…

Ma possibile che al giorno d’oggi anche guardare e sorridere sia visto come un delitto?
Diffidenza tipicamente veneta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: