No more zapping


[…abbassare i toni…]
rimbalzò nella sua testa l’ennesima locuzione priva di senso, ormai utilizzata così tante volte da esser privata del significato…
[…eversivo…]
ancora, il piccolo robot riceveva questi segnali dalla sua amica televisione, la sua maestra, che un tempo gli aveva insegnato molto, quand’era giovane, quando quelle rotondità erano ancora presenti, ormai spazzate via dalla liposuzione dei cristalli liquidi, quando era ancora vestita di legno e non di vetro freddo…
[…il cerino acceso…]
continuavano martellanti parole che incrinavano i circuiti logici della sua scheda madre. Il piccolo robot piangeva ricordando quando da quel suo mentore, uscivano termini che lo facevano sentire a casa, amato.
[…giustizialismo…]
gocce d’olio scendevano dalle orbite sferiche con cui scrutava il mondo; prese il telecomando impolverato da secoli di carriera inutilizzata e premette il bottone rosso. Eutanasia
[…dobbiamo portare a casa il federZZOTT…]
silenzio.


Il piccolo robot aprì gli occhi verdi come il prato e si asciugo le lacrime cristalline e limpide come il mare blu… non era più il piccolo robot

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: