credici


…Lei guardò lei… c’era un senso di colpa nell’aversi vista così… quella lucentezza negli occhi che era solo una patina del proprio passato… non può odiare se stessa…
“credo che questa sia tua”
“non lo è più, non mi serve”
“tienila, ti servirà, fidati di te”
riluttante e quasi schifata, non accenna neanche a guardarla negli occhi e osservare quelle manine che le offrono un’anima nuova
“non posso”
“lo so, sei fatta così, ma ti prego, accoglila, prima che svanisca”
“senti, fai tu” e chiuse gli occhi…

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: