Archive for febbraio, 2012

Il complotto delle sciarpe

Ecco cosa succede… vi siete rammolliti.
Avete presente quelle suocere spesso meridionali che se c’è un malato in famiglia, prendono il nipotino e lo mettono davanti per fargli prendere la malattia? specialmente le malattie infettive che poi da grande son guai (parla uno che s’è beccato la varicella a 21 anni). Ecco, una parte di me adora questo concetto: il fatto che bisogna provare la malattia, bisogna provare “quel che non ci uccide”. Qualcuno di voi potrà ritrovare alcuni concetti nelle conversazioni personali che faccio con voi, soprattutto se parlo di vivere il dolore, in un certo senso… aiuta ad apprezzare ciò che di bello c’è. Ma torniamo al lato pratico di cose come il raffreddore. Provate a pensare a quanti accessori, tra cui nomino le sciarpe, utilizziamo, semplicemente perché ci hanno detto che con quelle non prendiamo freddo. Io non uso sciarpe…e la mia gola sopravvive, ha imparato a resistere al freddo, adattandosi. Come essere umani saremo anche delle grandissime merde confronto alla natura, ma una cosa la sappiamo fare…sappiamo adattarci.

Ed è proprio questo che ogni giorno vedo svanire in optional comfortevoli, in cose che compriamo perchè “ci servono”, quando invece sono solo un imposizione della società… è fottuta pigrizia del non voler diventare qualcosa di meglio, di più forte. Ci scottiamo sotto il sole sempre più spesso, stiamo sconfiggendo la vecchiaia, allungando però una vita piena di malattie, ma queste non sono le sofferenze che ti fanno imparare, sono solo sofferenze di un corpo stanco trattenuto “di qua” troppo a lungo; non muoriamo, ma neanche non viviamo.

E allora provate, provate le novità, scavate la vostra anima, buttatevici dentro, mordetele, masticate il sapere, togliete sta cazzo di sciarpa dal vostro cuore!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: