Delle persone che non hanno imparato ad usare i pollici


…sempre rivolti verso di se, in una insana masturbazione.
Quelle persone che non perdono occasione per dire la prima cazzata che gli passa per la testa giusto perché il successo permette loro di avere apprezzamenti dai propri seguaci.

Quel qualcosa che mi scatta dentro quando assisto a così tanta mancanza di materia grigia: io sono li come un padre sugli spalti ad incitare il proprio figlio durante il contropiede che tifo per i neuroni delle persone, dei ragazzi.
Eppure vengo etichettato come impopolare, non di moda, solo perché è troppo assurdo che ad una persona freghi qualcosa del prossimo.

Il buon samaritano non esiste più, ha per forza un doppio fine, ragion per la quale quasi nessuno riesce a capire cosa cavolo ci sia scritto nel Principe di Machiavelli. Tutti a far congetture e a giocare ad incularsi a vicenda, bravi, gioite nella vostra orgia di ignoranza.

Un giorno, quei pollici, vi si romperanno

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: